Il progetto

L’essenza: Recooper opera concretamente per costruire un mondo migliore, ricco di senso. Ti offre la possibilità di far parte di un progetto bello, che fa bene al cuore e libera l’armadio.

  • Da dove nasce Recooper?

    Recooper è il nuovo progetto del Consorzio ECOBI realizzato con il supporto della Cooperativa La Fraternità e La Piccola Carovana per ingrandire e migliorare l’esperienza acquisita con Restarter, portandolo a una dimensione regionale.
    Recooper si pone l’obiettivo di comunicare la raccolta e il riuso in maniera nuova e diversa, più etica, offrendo servizi di raccolta innovativi (es. negli uffici, nelle parrocchie, nelle scuole, etc.) e interattivi (es. mappa delle campane online) e
    coinvolgendo partner istituzionali e privati.

    Questi, qui di fianco, sono i nostri valori:

    • trasparenza:

      assicurare la tracciabilità ed eticità del ciclo tessile;

    • riuso / rispetto dell’ambiente / eco- nomica circolare:

      per recuperare materiali esistenti e ridurre i consumi energetici di filiera;

    • impatto sociale positivo:

      per garantire il reinserimento lavorativo di persone in difficoltà;

    • impatto economico:

      per sostenere progetti umanitari locali e nei paesi in via di sviluppo e creare nuovi prodotti.

  • Un valore per il cittadino

    Recooper rappresenta un nuovo approccio alla raccolta degli abiti usati e nel rapporto con gli utenti, le istituzioni e il mondo delle aziende private. Oltre a lasciare il proprio marchio sulle campane e sui mezzi adibiti alla raccolta degli abiti usati, Recooper si propone come un soggetto attivo nella educazione al recupero e al riuso (non solo degli abiti) superando il concetto di donazione per applicare invece quelli di responsabilità, di buona pratica e di sostenibilità. Recooper aiuta le persone a “comportarsi bene” e mette a disposizione un sistema di raccolta capillare più comodo e diretto per l’utenza all’interno di scuole, uffici e parrocchie.

    • Più semplice

      Non dovrai ricordarti dove hai visto l’ultima campana per la raccolta, sul sito troverai la mappa di tutte le campane più vicine.

    • Più accessibile

      Con Recooper non ci saranno solo le campane in cui lasciare gli abiti, ma potrai richiedere un contenitore per la raccolta da installare nel tuo condominio, a scuola e - perché no? - in ufficio. Chiamaci e passeremo noi a ritirare il contenuto.

    • Più responsabile

      Recooper continuerà come faceva Restarter a sostenere le azioni sociali delle Associazioni del territorio, mostrando le cifre donate, i beneficiari e raccontando i progetti per cui sono state usate.

    • Più trasparente

      Solo Recooper ti permette di seguire l’intera filiera e sapere cosa viene fatto dei tuoi abiti usati. Il vostro gesto per noi è importante e vi vogliamo raccontare a cosa è servito.

  • Tra la via emilia e il west

    Durante la progettazione di Recooper ci eravamo prefissi un obiettivo: il nome doveva essere in italiano.

    Anche se non sembra alla fine possiamo dire con soddisfazione che ci siamo riusciti.

    Siamo andati al cuore del nostro progetto, mettendo a fuoco le tre direttive su cui è nato e unendole è nato Recooer.

    Un nome che non è inglese, ma neanche italiano… è più vicino alla lingua della nostra Emilia-Romagna.